Ordine dei Chimici di Roma

Via delle Quattro Fontane, 16 - 00184 Roma - Tel. 06.48.90.67.08 -  segreteria@chimiciroma.it Tutti i contatti

Scheda corso

CLASSIFICAZIONE RIFIUTI 2019 - TEORIA E PRATICA

Organizzato da:Eda Pro s.r.l.
 
Luogo:CENTRO CONGRESSI FRENTANI
Indirizzo:Via dei Frentani, 4 00185 Roma
Data:
22-10-2019
22-10-2019 -- dalle: 09:00 alle: 18:00
23-10-2019 -- dalle: 09:00 alle: 18:00
Crediti conseguibili in totale:16
Tematica trattata:Rifiuti
 

Documenti

Non ci sono documenti

Modalità di iscrizione

CLASSIFICAZIONE RIFIUTI 2019 - TEORIA E PRATICA
DUE GIORNI DI APPROFONDIMENTO ANCHE ALLA LUCE DELLA SENTENZA UE 28 MARZO 2019
Roma, martedì 22 e mercoledì 23 ottobre 2019

 

È previsto uno sconto del 10% per gli Iscritti al nostro Ordine.

 

Leggi il programma e le modalità di iscrizione

 

Un Mini Master articolato in 2 giorni:
• Il primo giorno: approfondimento dettagliato del quadro normativo vigente. Questo perché le norme devono essere utilizzate
con sicurezza nel loro reale significato e tenendo conto delle interazioni reciproche. Infatti, occorre abbandonare prassi sbagliate,
approssimazioni e semplificazioni incredibilmente ancora molto diffuse. Che siano diffuse non significa che siano corrette; infatti,

conducono a risultati errati, passibili di sanzioni o, spesso, ad un approccio cautelativo ingiustificato che comporta, quanto meno,

un aggravio di costi e di adempimenti.


• Il secondo giorno: interamente dedicato alla pratica, con esercitazioni in aula guidate dai Docenti ed il coinvolgimento attivo
dei partecipanti.


A cosa serve?
Per sviluppare un approccio alla classificazione dei rifiuti a 360 gradi, totalmente in linea con i contenuti della Sentenza della
Corte UE del 28 marzo 2019. Dopo questa sentenza, nulla è più come prima. I principi che declina sono chiarissimi e hanno
potenti ricadute pratiche nel processo di valutazione della pericolosità/non pericolosità dei rifiuti classificati con codici speculari.
Perché è necessario?
Ora occorrono modalità diverse dal consueto nel processo di classificazione: più approfondite, meglio documentate, chiaramente
motivate e sempre con riferimento alla situazione specifica.
Quindi, con riferimento alla situazione specifica, ora il processo di classificazione chiede modalità diverse: approfondimento,
documentabilità, motivazione.
Cosa si impara?
• Conoscenza operativa sulla legislazione che regolamenta la codifica e l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo ai rifiuti
• Comprensione delle interazioni tra le norme e quindi sviluppo di un approccio alla classificazione che tiene conto anche delle
esigenze gestionali
• Comprensione dell’importanza delle fonti di dati necessarie allo scopo
• Ottimizzazione della comunicazione con i fornitori di servizi e con i committenti
• Individuazione di soluzioni diverse adatte al caso specifico


A chi è destinato?
• Dipendenti Pubblica amministrazione che si occupano delle tematiche ambientali, dei controlli e dei sistemi autorizzatori
• Produttori e gestori di rifiuti
• Responsabili tecnici. Gli argomenti trattati possono costituire un valido supporto per la preparazione alle verifiche iniziali e
periodiche previste dall’articolo 13, comma 1, Dm 3 giugno 2014, n. 120 (Regolamento Albo nazionale gestori ambientali)
necessarie per l’acquisizione o il mantenimento dei requisiti per l’assunzione della carica di Responsabile tecnico nelle imprese
tenute all’iscrizione a tale Albo nazionale.
• Operatori del Diritto
• Ingegneri, biologi, geologi e chimici
• Laboratori di analisi
• Consulenti aziendali
Requisiti per la partecipazione: è opportuno disporre di una discreta esperienza in tema di classificazione di rifiuti, non è un corso per principianti


 

 


 

Ordine Interregionale dei Chimici e dei Fisici del Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise - Via delle Quattro Fontane, 16 - 00184 Roma - Piano Terra

C.F.: 80422850588 - Posta Elettronica Certificata: ordine.lazio@pec.chimici.org

Realizzato da  Webloom srl